incontro-dibattito con Gianni Lannes sulle navi dei veleni
e presentazione libro "Nato: colpito e affondato"

   

Qual’è la verità sella nave dei veleni di Cetraro?
Stralcio dell’articolo di Giulia Fresca sul Quotidiano della Calabria del 10-02-2010 relativo alle dichiarazioni di Gianni Lannes rilasciate nella conferenza stampa presso la sede della CGIL di Cosenza del 10-2-2010. Gli stessi concetti sono stati ripetuti da Lannes ad Amantea nell'incontro-dibattito nella serata dello stesso giorno.

…Con quale coraggio il ministro Prestigiacomo, lo scorso 29 ottobre ha deciso, insieme al procuratore antimafia Piero Grasso di definire il caso “chiuso” dichiarando che la nave è il Catania silurata nel 1917? Queste -ha detto Lannes mostrando le copie dei documenti originali secretati- sono il certificato di nascita e di morte del mercantile Catania matricola 849, requisito il 3 marzo 1943 dopo essere stato venduto nell’ottobre 1922 dal Ministero della Marina alla ditta Fratelli Beraldo di Genova per 927.000 lire. Cosa racconta il ministro? La morte della nave Catania è avvenuta nell’agosto del 1943 nella rada di Napoli ed allora qual è la nave al largo di Cetraro?...

il 7 novembre 2009 è andato in onda da Cetraro il programma di Rai 3 Ambiente Italia; nella circostanza -da ufficiali della Marina- è stato mostrato un oblò dichiarato -dagli stessi ufficiali- appartenente alla nave Catania dichiarata giacente sui fondali di Cetraro. Considerando che la nave dovrebbe essere stata affondata nel 1917, abbiamo espresso dubbi sulla possibilità che dopo quasi un secolo nelle profondità del mare un componente metallico possa conservare quella intergità strutturale e meccanica.
vedi e leggi la pagina dell'oblò e  la considerazione
Antonio Cima

seguono foto dell'incontro con Lannes ad Amantea del 9-2-2010