GLI SCAVI DI TEMESA DI EPOCA ROMANA II secolo d.c.

   

Giorni memorabili per la comunitÓ di Amantea; giorni luminosi per un territorio che custodisce un enorme patrimonio archeologico. Di fronte a tali ritrovamenti tutto lascia supporre un vasto contesto di rilevante importanza storica. In questo mese di scavi Ŕ emersa la straordinaria struttura di una villa romana del secondo secolo d.c. Di notevole rilievo vi Ŕ un mosaico in cui sono raffigurati una figura maschile (forse il dio del mare Nettuno) e un delfino.
Questo meritato successo va ascritto alla Giunta Tonnara e all'assessore Vadacchino che fin dal loro insediamento hanno creduto nel progetto archeologico rendendo disponibili risorse del bilancio comunale.
Ora occorre un forte impegno nella ricerca dei fondi necessari per ampliare gli scavi che potrebbero dare una svolta alla realtÓ turistica, culturale ed economica della nostra cittÓ, senza dimenticare -ovviamente-  le varie problematiche che su altri versanti preoccupano e sulle quali saremo sempre vigili.
Antonio Cima

vedi intervista all'archeologo e al Sindaco