S'ARRENDE LO STORICO PINO DELLA LUMERA
(il pino non appartiene alla struttura commerciale della Lumera ma è sempre stato un modo per identificarlo)

   

Girovagando in lungo e largo il territorio di Amantea per seguire tutti gli eventi sociali possibili, passando quasi quotidianamente davanti alla pigna da Lumera da strata nova, da più di un anno osservavo con apprensione l'evolversi dell'albero simbolo del panorama di Amantea. Da tanto tempo s'intravedeva un incombente declino; il verde dava spazio al grigio, tronco e aghi inariditi, nessuna vibrazione dei rami all'incalzare del maestrale irrigiditi come le articolazioni di vecchi ammalati.
Non volendo credere a ciò che chiunque vedeva, alcune settimane fa, con un amico botanico, con il pretesto di un giro, ci siamo fermati nei pressi dell'albero; ho chiesto un parere sperando in una risposta diversa da quella che palesemente era sotto il sole già da tempo.
Al fruscio del vento tra gli aghi è subentrato, in questi giorni, lo stridore delle seghe rotanti. Presto, ove intonava il vento del mare, urlerà un silenzio assordante, ed Amantea resterà senza il suo "cittadino" più antico.
Antonio Cima