Il Coviello recita a soggetto nei vicoli della Chianura - Amantea 09-08-2010
parodia di un funerale popolano
: con congrega, banda..ed equivoco finale

   

Sintesi: Giuvannu, un amanteano emigrato negli USA, da molti anni assente, scrive una lettera alla moglie, rimasta ad Amantea, sul suo desiderio di essere sepolto insieme a prodotti derivanti dal maiale (sazizze, supressate, cuorij, ecc.). La lettera scritta in modo farraginoso ha indotto ad equivocare sulla morte gią avvenuta con celebrazione del conseguente funerale. Durante il rito funebre arriva una persona con fattezze americaneggianti che risulta essere Giuvannu. Disorientamento generale, confusione, sgomento, perplessitą finiscono con l'inevitabile chiarimento dell'equivoco. Una figura di saggia si erge dichiarando l'allegoria del funerale all'emigrazione e rivendicando il diritto di vivere dove si nasce; esplode il consenso generale travolgendo i convenuti in un partecipato ballo liberatorio.