LE AGENZIE DI VIAGGI DEL COMPRENSORIO DENUNCIANO LE ILLEGALTA' DEL SETTORE

   
 

Presso un noto albergo di Amantea, si è tenuta una riunione tra i responsabili delle Agenzie di Viaggio di Fiumefreddo Bruzio, Campora San Giovanni ed Amantea, per discutere del grave fenomeno dell’abusivismo nel settore turistico, alla presenza del Consigliere Nazionale di Assoviaggi Confesercenti, Sig. Dino De Santo.
L’attenzione si è rivolta principalmente verso gruppi autonomi, parrocchie, scuole, privati, agenzie di autopullman, che organizzano ed effettuano viaggi senza tener conto dell’organizzazione tecnica delle Agenzie; pertanto fornendo un prodotto forse a basso costo (eludendo IVA e tasse), ma qualitativamente scarso, senza alcun tipo di assicurazione per l’utente e soprattutto contravvenendo alle Normative vigenti in materia di viaggi organizzati.
Con forza, tutti hanno ribadito che è arrivato il momento di intraprendere una dura battaglia nei confronti di chi agisce facendo una concorrenza sleale: non si è più disposti a tollerare questa pratica di illegalità e l’abusivismo sarà combattuto fornendo agli organi competenti, indicazioni atte a stroncare tale fenomeno.
A livello provinciale, nella riunione effettuatasi presso l’Ufficio Provinciale del Lavoro, si è riunito il CLES (Comitato per il Lavoro e l’Emersione del Sommerso), insieme ad Assoviaggi, Ufficio Provinciale del Lavoro, INAIL, INPS, Prefettura, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e alcuni Sindacati per evidenziare la gravità della concorrenza sleale dell’abusivismo che nel settore turistico mina alla base la stabilità delle aziende e nello stesso tempo determina un buco sostanziale nelle casse dell’erario.

Agenzie di Viaggi di Amantea, Campora e Fiumefreddo Bruzio