comunicato stampa di VINCENZO PUGLIANO dei gIOVANI DEMOCRATICI

   
 

Il Governo taglia 30 milioni di euro dei fondi FAS PER L'EDILIZIA SCOLASTICA IN CALABRIA: PRESIDENTE SCOPELLITI CI SEI O FAI ORECCHIO DA MERCANTE…??!!

I Parlamentari del PD e i Giovani Democratici Calabresi hanno organizzato in Piazza XI settembre  a Cosenza, un sit-in di protesta nei pressi dell'ufficio scolastico provinciale, per chiedere alla Regione Calabria almeno un parola di protesta contro i tagli del Governo ai fondi FAS per l’edilizia scolastica.

 FONDI FAS, fondi per le aree sottosviluppate come la Calabria, che nonostante le innumerevoli denuncie da parte non solo dei partiti d’opposizione, ma anche della società civile, degli ordini professionali, l’azione del Governo che guida attualmente l’Italia, continua a perpetrare la più grande rapina legalizzata fatta da un governo completamente disinteressato di una parte del Paese.

Ecco l'ennesimo furto ai danni della Calabria. Con l'aggravante che il Governo questa volta sottrae risorse all'edilizia scolastica regionale. Un settore delicatissimo che versa in condizioni di alto rischio e che necessità di interventi urgenti. Infatti con la Delibera CIPE n. 3/2006 è previsto che - nell'ambito della ripartizione dei Fondi Fas per il Mezzogiorno - alla Calabria spetti il 12,3% degli stanziamenti. Basta un semplice calcolo per capire che dei 350 milioni di euro disponibili per l'edilizia scolastica, la Calabria avrebbe dovuto avere 43,05 milioni. Ebbene, il "Governo amico della Calabria" ha concesso solo 14 milioni di euro. E cioè: 29,05 milioni di euro in meno rispetto a quanto dovuto in base agli accordi sanciti con delibera CIPE.

Tutto ciò attraverso la proposta del Ministro Gelmini di assegnare il 40% al Sud e il 60% al Nord con un’ennesima deroga. Quando invece i fondi Fas, dal punto di vista normativo sono vincolati e destinati con la seguente destinazione: 85% al Sud e al 15% al Nord.

Non bastavano i ben 22 MILIARDI DI EURO SOTTRATTI DA QUESTO GOVERNO ALLE REGIONI MERIDIONALI in un solo biennio.  Fondi che dovevano servire per migliorare le infrastrutture e i servizi del sud Italia ed utilizzati nelle regioni del nord o per azioni che nulla hanno a che fare con la natura dei fondi.

Questo ennesimo furto si va ad aggiungere a quello commesso, prelevando denaro dai fondi FAS destinato al mezzogiorno, per LLA REGIONE.
LUNEDI, PARLAMENTARI E GIOVANI DEMOCRATICI, DALLE ORE 11 A COSENZA Piazza 11 settembre
pagare le multe delle quote latte dei coltivatori del nord; acquistare battelli per il lago di Como; privatizzare aziende come “Tirrenia”; coprire il disavanzo di bilancio città di Roma(vedi Alemanno) e Catania(vedi La Russa); utilizzati per incentivare la dismissione di elettrodomestici (frigoriferi); utilizzati per  le strutture del G8 in Sardegna (vedi scandalo G8 con relativi arresti); utilizzati per l’emergenza terremoto in Abruzzo.

E tutto questo sta succedendo nel silenzio dei parlamentari del PDL calabrese e di una nuova regione governata dal centrodestra e dall’On. Scopelliti incapace di comprendere la rilevanza della questione meridionale.

Vincenzo Pugliano (Direzione Nazionale GD)