FRANCO FRANCESCANO CHIEDE LA RIEVOCAZIONE DI AMANTEANI DI SPICCO

   

Vi presento quella Amantea distratta !!!

“Uno degli ultimi adempimenti della mia vita professionale quale dipendente del comune di Amantea  fu di formulare una proposta di delibera per ricordare uomini della storia della nostra cittadina che si fossero distinti nel tempo per le loto virtù e qualità ma delle quali poi la città si era dimenticata “ Tra questi uomini Settimio Perna, il sindaco del pane, i medici Giuseppe Mirabelli e Gaetano De Santo, i musiscisti Mario Aloe e Alessandro Longo , per ultimo , ma non ultimo il letterato, fervente patriota,  Pasquale Furgiuele nato alla “chiazza” il 26/8/1830 ed ivi deceduto, giovanissimo, il 02/01/1856.

 Era un atto di omaggio al poeta, al musicista, al medico, al sindaco. Un atto che ne permettesse la conoscenza seppur approssimata ai tanti che li ignorano.

Era il completamento di altre delibere con le quali erano state ricordate altre figure come il maresciallo dei Carabinieri Achille Mazza. Ora scoprire che questa intenzione sembra sia rimasta sulla carta pur essendo stata poi adottata la delibera n 342 del 14.12.2007, mi fa fremere di rabbia. Ancora ad oggi nessuno, dico nessuno, ha apposto le targhe ecografiche necessarie ad identificare le aree di circolazione intestate a tali nobili amanteani. E non sappiamo nemmeno se siano stati adempiuti gli sforzi amministrativi necessari e se cioè almeno siano state apportate le variazioni anagrafiche”  Appare inaccettabile che  in talaltri casi si sia provveduto immediatamente ad apporre la dovuta targa ecografica, magari con tanto di fanfara ed invece per questi nobili e dimenticati amanteani, nessuno, dico nessuno, intenda ricordarsene ed un atto pur concreto e reale sia dimenticati nei cassetti del comune a futura memoria di chi domani vorrà ricordarsi di loro.

“Nemo profeta in patria”