Il rispetto del regole…!

   

Qualche riflessione in riferimento all’ordinanza del Comune di Amantea n. 71 del 2 agosto 2010 che ordina:

                       1. Il divieto dell’abbandono di rifiuti sul suolo e nel territorio comunale;

            2. Di depositare i rifiuti domestici delle civili abitazioni entro gli appositi cassonetti del servizio di igiene dalle ore 20.00 alle ore 24.00 di tutti i giorni;

            3. Di depositare i rifiuti provenienti da rottami di vetro, lattine, o plastica nei cassonetti della RSU,ma solo ed esclusivamente nei contenitori della raccolta differenziata;

            4. che i cartoni in piccoli quantitativi provenienti da utenze commerciali devono essere allocati nei contenitori della raccolta differenziata nei giorni di Martedì e Giovedì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00;

            5. Che I cartoni debbono essere compresi e legati strettamente fino ad un peso ed un volume conveniente dei quali è possibile il recupero ed il carico a cura degli operatori ecologici;

            6. Che I cartoni grandi quantitativi debbono essere o auto conferiti nei giorni di Mercoledì e Venerdì dalle ore 8.00 alle ore 10.00 presso i capannoni comunali siti in Campora San Giovanni, zona industriale, oppure il loro ritiro deve essere concordato direttamente con la Società appaltatrice del servizio;

            7. Che I rifiuti ingombranti e beni durevoli di esclusiva pertinenza familiare del solo Comune di Amantea, possono essere auto conferiti presso capannoni comunali siti in Campora san Giovanni, zona industriale nei giorni di Martedì e Giovedì dalle ore 8.00 alle ore 10.00;

L’ordinanza dispone altresì, che in caso di violazione delle regole comportamentali su indicate, verrà applicata la sanzione amministrativa da Euro 100,00 a 500,00. Vorremmo che fosse così! Ma siamo sicuri che sia così?
Per quanto mi riguarda, e ritenendomi un normale cittadino di questo paese, gradirei che l’ordinanza stessa venisse veramente applicata, e non solo annunciata!
Il dire di molti, che con comunicati o altro, fanno sentire la loro voce cercando di richiamare l’attenzione dell’Amministrazione Comunale ai propri doveri, viene spesso strumentalizzato. Anche i cittadini debbono rispettare ed invitare al rispetto delle regole, unitamente ai rappresentanti della Pubblica Amministrazione e delle forze dell’ordine operanti sul territorio.
Tutti insieme con costanza e coerenza
Spesso di regole e di rispetto delle stesse ne parliamo e sentiamo parlare, ma poi tutti siamo particolarmente indulgenti con le nostre infrazioni personali che consideriamo veniali, pretendendo invece correttezza dagli altri!
Sono centinaia ogni giorni gli esempi di tali comportamenti, basta guardarsi intorno: cani che imbrattano i marciapiedi (e se ti permetti di richiamare la attenzione ad un comportamento corretto ed educato invitando ad usare paletta e sacchetto non sempre finisce bene), gente che getta per terra carte, pacchetti di sigarette, gente che non colloca la spazzatura nei cassonetti ma la lascia per terra e via via fino a infrazioni dalle conseguenze più gravi.
Siamo un popolo strano, convinto che le leggi siano state scritte unicamente per gli altri, come se vivessimo in una zona franca dove la legalità è “sospesa”, a nostro esclusivo uso e consumo.
Ci sforziamo di essere rispettosi solo quando corriamo il rischio concreto di una sanzione e ci sentiamo tanto in gamba quando (e succede spesso) riusciamo a farla franca.
Temo che finché non ci sforzeremo di rispettare le regole non solo per timore delle sanzioni, ma per convinzione, non saremo mai veramente civili.
E’ giusto essere un buon Amministratore, ma anche un buon Cittadino e tutti dobbiamo fare la nostra parte, affinché Amantea sia un paese rispettoso anche, e soprattutto, verso e con i suoi abitanti.

Aldo Aloe