Amantea - Il Comune affida Incarico temporaneo a tre ex-vigili per l'estate 2010
poteva andare diversamente?

   
 

Come facilmente prevedibile è scoppiata la polemica sull'incarico temporaneo ai tre ex-vigili.
La notizia, rapidamente diffusa, ha suscitato la reazione di gran parte della popolazione che altro si aspettava dalla Giunta Tonnara dopo il rientro.
Ho avuto, più volte, modo di evidenziare le mie perplessità sulla efficienza di questa "rabberciata" Giunta e di questo "striminzito" Consiglio.
Ho condannato alcune maldestre iniziative, i ritardi su tutto il fronte, la non adeguatezza complessiva delle deleghe.
Ho più volte ripetuto che immediatamente gli amministratori reintegrati avrebbero dovuto aggredire le problematiche sorte da due anni di indesiderata gestione commissariale (ma forse non per tutti).
Tra i tanti fronti aperti, quello dei vigili, doveva essere affrontato con la massima urgenza: coinvolge i giovani, il loro futuro e l'efficienza di un servizio determinante.
Certamente colpe vi sono in tali ritardi.
Ma qualche attenuante va pure riconosciuta agli amministratori che hanno ripreso nelle mani le chiavi della casa comunale e che le manterranno per pochi mesi ancora.
Avendo personalmente vissuto una vita professionale ad analizzare il lavoro altrui e a creare per loro uno strumento razionale delle attività operative ed amministrative, provo a immedesimarmi in coloro che hanno rimesso gli occhi sulle carte del Comune, dopo due anni di "purgatorio", per decidere le sorti delle risorse pubbliche degli amanteani.
Reiterando l'affermazione che avrebbero dovuto più celermente agire, immagino, però, le complicazioni nel dover riallineare un'amministrazione da commissariale a politica.
Ora, trovandosi in pieno vortice estivo, non avendo incautamente provveduto prima (o non avendone avuto il tempo), dovendo dare soluzione al problema di una maggiore presenza di vigili, come si poteva ovviare? Rinforzando l'organico, ovviamente!  Come?
A tal punto la necessità di una immediata efficienza, non potendo affidarsi ai giovani vigili che hanno un contenzioso aperto con il Comune, fa ritenere ovvio l'incarico assegnato per un breve periodo a persone navigate che conoscono a fondo questo mestiere.
Retoricamente e demagogicamente si può dire perchè no a giovani amanteani?
Mi sento di affermare che tre giovani ragazzi privi di esperienza nel settore, nel momento più impegnativo dell'ordine pubblico, non avrebbero costituito la soluzione più adeguata.
La questione dei vigili resta aperta e, con questa o con la prossima amministrazione, dovrà essere risolta.

E' già cominciata la campagna elettorale..quanti aspiranti al trono..ma esistono nuovi eroi senza macchia e senza paura? A breve sarà proposta la presentazione pubblica del "curriculum vitae", delle cose concretizzate nel sociale, a coloro che vorranno essere i nuovi paladini della storia amanteana...ne vedremo delle belle..

Antonio Cima