Vincenzo Facchinieri approva l'operato della Giunta Tonnara

   
 

OGGETTO: Lettera del sindaco ai cittadini....

Quando noto che la cassetta delle lettere contiene corrispondenza, ancor prima di aprirla mi vengono i brividi, poiché non si sa mai, a priori, se si tratta di notizie brutte o buone. Nel dubbio preferirei non ricevere mai nulla!

Stamattina, però, dopo aver aperto il parallelepipedo appiccicato al muro, dopo il solito iniziale brivido ho subito riacquistato la giusta serenità: si trattava di una missiva del nostro primo cittadino indirizzata al sottoscritto. Ora, non vorrei passare per uno sciatto lecchino, come si usa dire, ma dico con estrema sincerità che questo Sindaco mi piace, e mi piace soprattutto perché sta facendo esattamente quello che avrei fatto io nelle sue condizioni, nell'ambito del confronto tra le Istituzioni e i cittadini. I Consigli Comunali aperti al pubblico; le lettere di spiegazione ai cittadini e la comunicazione periodica a questi ultimi del lavoro svolto, sono la massima espressione di democrazia e sinonimo di onestà ed abnegazione, caratteristiche che molto spesso mancano ai nostri amministratori.

Nella circostanza, il nostro primo cittadino ha voluto comunicarci ciò che la Sua Amministrazione aveva fatto fino all'inopinato scioglimento da parte di un governo centrale secessionista (è la lega nord che manovra il Premier e non il contrario!) e del suo programma futuro. Ovviamente tutto ciò è di contorno al piatto forte, costituito dalla sentenza del Consiglio di Stato che non ha fatto altro che avallare il buon operato dell'Amministrazione Tonnara. A questo punto io come semplice cittadino auspicherei un incontro con il Premier ed il fantomatico ministro dell'interno, per intenderci l'uomo con gli occhiali dalla montatura rossa e colui che si pavoneggia ad ogni operazione delle FF.OO., come se tali risultati fossero conseguenza della loro intelligenza. Al leghista Maroni direi io qualcosa! Mi dovrebbe spiegare come mai la stragrande maggioranza dei presidi di polizia registrano paurose carenze organiche ed altro ancora. Ma mi fermo qui e metto la parola stop all'argomento perché non è il tema odierno.

Non parlerò nemmeno della nota sentenza, poiché il sottoscritto non ho mai avuto dubbi in merito al buon operato dell'Amministrazione Tonnara. Ciò che invece mi ha spinto a scrivere queste poche righe è l'ultimo periodo dell'intervento del Sindaco, laddove Tonnara parla della riconquista di taluni valori quali l'onestà, il rispetto per gli altri, il senso di giustizia sociale, l'amore per il prossimo e verso i più deboli.

Io approvo in toto l'appello del Sindaco, convinto che la rinascita della nostra bella comunità non possa fare a meno di tali presupposti. Sta a noi, infatti, a noi cittadini, aiutare chi in prima persona ci mette la faccia affinché Amantea venga annoverata tra i paesi in cui la vivibilità è un fiore all'occhiello di cui andar fieri.

Il mio appello ai cittadini Amanteani, a mezzo di un sito che reputo vicino alla gente comune come me, è quello di iniziare a vivere secondo i principi auspicati dal nostro Sindaco, solo così potremo gettare le basi per l'edificazione di una comunità veramente ottimale. Piccoli gesti, solo piccoli gesti quotidiani improntati al rispetto dei regolamenti comunali riguardanti la spazzatura ( la pulizia è un ottimo biglietto da visita!) sull'acqua potabile eccetera. Evitare di procedere contromano con le biciclette; indossare il casco e rispettare le ore di riposo. Ora arriverà il nuovo Comandante dei Vigili Urbani e si spera che tale mal costume possa aver fine.

Ecco, l'appello del nostro primo cittadino è diretto proprio verso quei comportamenti che dovrebbero essere naturali ma che purtroppo non lo sono. Sono più che convinto che se noi faremo la nostra parte, i nostri rappresentanti al Comune potranno portare a termine un programma che non potrà far altro che valorizzare il buon nome della nostra città.

Vincenzo Facchinieri