COM'E' ANDATO IL 2009 secondo Antonio Cima

    

PERCHE' QUESTE CITAZIONI DI MERITI
Le motivazioni che collocano Amantea a livelli sicuramente più bassi di quelli che meriterebbe per storia, cultura, bellezza, clima, le conosciamo tutti. La causa principale del decadimento amanteano, che tutti evidenziamo ma che addebitiamo agli altri, è la disaffezione per tutto ciò che non è di nostra proprietà esclusiva ma che, invece, appartiene alla collettività. Tanto efficienti e intraprendenti siamo nelle faccende di casa nostra, altrettanto "distratti e distaccati" nel fare sociale con una espressione ricorrente "chi minni friche a mija".
D'altra parte numerose sono "i ditteri d'antica" in voga che confermano tali comportamenti: "a dua passi du cu.. miu", "china si fa li ca... campe cient'anni", "fa scrupulu allu lattu e si mange la ricotta", ecc.
Queste tendenze hanno sviluppato: a) uno scarso senso della partecipazione; b) una carente organizzazione delle risorse pubbliche; c) una spinta ad aggregarsi per ottenere e mai per dare. 
Da questi comportamenti, che risultano prevalenti, è doveroso escludere una parte non trascurabile di amanteani dotata di giuste misure ed equilibrio tra la gestione del privato e il rispetto del pubblico.
Le intense osservazioni della quotidianità amanteana mi hanno consentito di focalizzare alcune situazioni che ritengo vadano nella giusta direzione e che possano essere indicate come modelli da seguire. L'ordine di elencazione è casuale.

le foto sono a fine pagina
DA RICORDARE Manifestazione del 24 ottobre
Il grande impegno del Comitato De Grazia, l'attaccamento al territorio, la necessità di capire quali rischi corriamo per la salute, la capacità organizzativa, hanno consentito di veder sfilare per Amantea la più grande manifestazione di piazza della storia della Calabria. Ciò ha risvegliato le coscienze dei calabresi ad una rivendicazione dei propri diritti.
Le maestre della scuola materna S.Maria
Danno tutto ciò che possono, oltre il necessario, a scuola e a casa, producendo una infinità d'iniziative coinvolgendo i genitori, organizzando ripetutamente manifestazioni che fanno sviluppare nei bambini le espressioni di creatività e il senso di partecipazione. Farebbe bene il ministro Brunetta a passare da queste parti.
Le Confraternite alle Varette
Dopo secoli di guelfo-ghibellismo si è verificata la partecipazione di tutte le confraternite alla processione delle Varette. Da allora in tutte le processioni c'è la partecipazione congiunta. E' questo un grande segno di civiltà e del riconoscersi parte integrante della stessa collettività per finalità comuni.
Il Coviello
In modo disinteressato, con grande impegno, ha innovato le tecniche di comunicazione culturale recitando nei luoghi propri dei contesti rappresentati portando la cultura del teatro tra la gente, nelle piazze, nei vicoli.
Le ortensie del Calvario di Catocastro
Tutti ci lamentiamo degli spazi pubblici sporchi e abbandonati. Un plauso va alla signora che, con dedizione e amore, gestisce questi fiori in uno spazio che risulta essere pubblico e che è l'unico esempio di verde che ad Amantea è degno di apprezzamento.
DA DIMENTICARE
(ognuno potrebbe indicare mille altri esempi; quelli qui indicati sono a sostegno delle deduzioni di cui sopra)
la presenza della Commissione Straordinaria
E' testimone di una pagina oscura della nostra storia; speriamo finisca presto
La gestione delle sedie alla grotta...e (soprattutto) fuori
Una questione che va ancora chiarita e che al momento va annoverata tra gli esempi non edificanti di gestione della cosa pubblica affidata a privati (sarà approfondita)
il mare sporco
L'indecenza di quest'anno ha superato ogni limite; le responsabilità vanno ripartite a più livelli e forse non è stato avviato un percorso virtuoso risolutore.
il dissesto della viabilità
Camminare per gran parte delle strade di Amantea a piedi, con carrozzella, in bici, in motoretta, è un rischio per l'integrità fisica. Non vedo mutamenti all'orizzonte e...che la buona sorte protegga le nostre caviglie.
Le strisce pedonali davanti alla ragioneria
C'erano, sono scomparse, non sono state rifatte. Ogni giorno centinaia di attraversamenti a rischio; rappresenta un chiaro esempio di menefreghismo amministrativo da parte di chi avrebbe l'obbligo di assolvere a tali compiti
SPERIAMO PER IL 2010 Un sindaco e una giunta illuminati  che facciano dimenticare presto i due anni precedenti, che sappiano recuperare il meglio e il buono di Amantea, in grado di dare spazi a chi dimostra volontà per il sociale e collaborando con chi ha nel curriculum una testimonianza di cose che è in grado di fare.

MANIFESTAZIONE DEL 24 OTTOBRE

LE MAESTRE DELLA SCUOLA MATERNA SANTA MARIA

LE CONFRATERNITE ALLE VARETTE
IL COVIELLO
LE ORTENSIE DEL CALVARIO DI CATOCASTRO