27-09-2009 Fiumefreddo Bruzio (CS) - FESTEGGIAMENTI PER MARIA PERRUSI MISS ITALIA 2009

    

Che la Calabria non goda di alcun privilegio, e palesemente neanche di tutti i diritti fondamentali, lo vediamo ogni giorno in quasi tutti i settori della vita. In gran parte dipende da noi calabresi, per l'incapacità d'indignarci, per il resto ci soffia contro tutta la rosa dei venti. Consapevole della vastità dei mali che ci affliggono, che non menziono perchè dobbiamo narrare di una cosa bella, riscontro che anche in questa vetrina di Miss Italia hanno provato a "metterci sotto" con quella comica e "strabica" giuria che ha cercato in tutti i modi di orientare i consensi verso un'altra finalista. Ma hanno visto e giudicato il giusto i telespettatori riversando fiumi di voti sulla bellezza assoluta di Maria.
Miss Italia è una manifestazione che, a dire il vero, non ho mai seguito con molta attenzione; questa volta mi ha trascinato, dopo la proclamazione, il volersi dichiarare calabrese, ripetutamente e ostinatamente, da parte di Maria. Questo attaccamento alla nostra terra, e direi questa rivendicazione di appartenenza, dovrebbe aver inorgoglito tutti i calabresi, anche se  ha stimolato gl'istinti perfidi della vorace comunicazione nei confronti della miss.
La propulsione mediatica di fronte ad un nuovo fenomeno cerca immediatamente un cliche identificativo da appiccicare addosso. E allora cosa c'è di più facile che prendersela con l'accento di una calabrese? A parte il fatto che Maria non ha assolutamente l'accento che vogliono far passare, mi chiedo: se fosse stata toscana o veneta o emiliana, e con un forte accento, avrebbero speculato su tale aspetto?
E allora ho voluto approfondire quello che sembra già palese per televisione e cioè, che Maria, oltre alla bellezza senza confini, è veramente una ragazza brillante, con vivacità intellettiva, capace di adattarsi e di comunicare con padronanza di spirito.
Ho chiesto ai genitori di avere il privilegio di conoscerli; privilegio che mi è stato concesso e che mi ha dato modo di apprezzare le elevate qualità umane della famiglia, la compostezza, la pulizia complessiva che traspare in tutti gli aspetti del loro portamento. In questo contesto è cresciuta Maria.
Considerando che la ragazza ha diciott'anni non le manca certo il tempo per migliorarsi, apprendere e approfondire il bagaglio conoscitivo che le consentirà di raggiungere livelli che altre meno dotate di lei hanno raggiunto.
Il mio auspicio è che Maria abbia le possibilità di acquisire velocemente le basi iniziali essenziali per muoversi nel settore che le è più congeniale.
E' opportuno sottolineare che stiamo parlando di moda e settori affini dove gli elementi primari sono una elevata bellezza, una buona vivacità e una normalità intellettiva.
Se poi qualcuno cerca una persona che nell'emisfero destro del cervello abbia la Treccani e nell'emisfero sinistro abbia tutta la letteratura classica italiana e che sappia declamare tutta la Divina Commedia a memoria senza alcuna inflessione dialettale, è bene che vada a cercarla altrove, suggerisco nelle alte scuole di formazione e nelle università, e quando ne avrà trovata una mi faccia sapere.
Sono così poche le occasioni, soprattutto negli ultimi anni, che consentono ai calabresi di emozionarsi per gioia, che ho pensato valesse la pena dedicare questo spazio ad una ragazza che potrebbe diventare un simbolo positivo per una terra che primeggia in quasi tutti i segni negativi.
Antonio Cima

foto album dei ricordi     primi piani di Maria
la famiglia il luogo (Fiumefreddo) e la casa
preparativi della festa i volti della festa
striscioni la festa
ritorno a scuola  video album dei ricordi con foto musicate e animate
foto paesaggistiche musicate di Fiumefreddo di GIORNO foto paesaggistiche musicate di Fiumefreddo di NOTTE

Maria Perrusi, nata a Cosenza il 13 settembre 1991 sotto il segno della Vergine. Occhi verdi, capelli castani, è alta un metro e 86. Frequenta l'ultimo anno di ragioneria. La prima calabrese a vincere il titolo di Miss Italia ha stravinto nel televoto: 55.272 consensi per lei, contro i 25.681 per l'avversaria. 
La madre Lina, che l'ha seguita passo passo in quanto minorenne come vuole il regolamento, è casalinga. Il padre Francesco è operaio. Un esempio da seguire perché "è emigrato per 25 anni in Svizzera per poter mantenere la nostra famiglia. Ci raggiungeva in Calabria una volta al mese. Per me questa lontananza è stata difficile da sostenere".
Maria ha due fratelli, Giuseppe, 24anni, e Davide, 21, entrambi molto gelosi di lei. Niente fidanzato invece, "non mi piacciono le storie occasionali, voglio un ragazzo che sappia conquistarmi".
Il suo sogno è diventare modella o, se non dovesse riuscirci, fisioterapista. Pratica tre sporto: la pallavolo, ovviamente nel ruolo di schiacciatrice e di "muro", il nuoto e, da piccola, ha fatto danza. Squadra del cuore la Juventus, e Alex Del Piero è il suo giocatore preferito. I suoi gusti musicali vanno da Laura Pausini a Celine Dion. Ottima cuoca, almeno così racconta, ha il motto "essere qualcuno per non essere chiunque".

www.borgochianura.it paesaggi ed eventi sociali.di Amantea: foto , filmati , tradizioni , canti e varie immagini.
Paesaggi: panorami , scorci , monumenti , mare , spiagge , scogli , chiese , grotta , castello , tramonti , notturni.
Eventi: Natale (novena), Pasqua ( varette ), Carnevale (sfilata carri), fiera , processioni religiose , manifestazioni sociali.

Cultura: Antiche e nuove poesie dialettali , proverbi , aforismi , metafore , dicerie , cucina , vecchi mestieri , vecchi giochi.
Canti più noti: del Natale la "Ninna"; di Pasqua "Stabat Mater", "Miserere", "Popolo mmi deo".